Chi sono
Biografia
Fisarmoniche
Vita di mare
Paese de Roncoi
        San Gregorio n. Alpi  Folk bellunese          Roncoi flora e fauna  Storia casere Ere      Scuole di Vellai            Porto Garibaldi       Pesca atlantica        Storia di Gena Alta California addio        Storie di paese                Osterie de na olta           Gente di montagna Biciclette  e mestieri Storie di una azienda
Amarcord
I miei fagiani
Il gatto di casa
Personaggi
filmati
Blog     

 

 

 

 

Antiche tracce di vita:

 S. GIUSTINA   ANNI '50

Esercitazioni militari

Carri armati a Santa Giustina ...

 
I terreni dei  MASEROT  lungo il Piave, proprio in quegli anni erano diventati area per esercitazioni militari del nostro esercito che ritrovato l’orgoglio perduto 20 anni prima, durante le ricorrenze civili, esibiva assieme al picchetto d’onore, possenti carri armati appositamente schierati davanti al monumento dei caduti, mentre la fanfara degli alpini marciava sulla strada nazionale.
La fantasia dei ragazzi prendeva il volo, o sopra un carro armato o addirittura su un elicottero vero e si trasforma in euforia specie quando al Piave arrivano gli americani.


La notizia passa di bocca in bocca e in poco tempo era un via vai di ragazzi e adulti che andavano a curiosare attratti com’erano dal fascino dell’America, l’America dell’abbondanza, l’America del benessere, sbalorditi dalle esagerate dimensioni dei loro armamenti che stridevano al ricordo delle lunghe file di muli dei nostri bravi alpini.
In quelle occasioni molti ragazzi hanno potuto vedere e incontrare per la prima volta gente con la pelle nera, ricevere in dono le
“ciunghe” e fare anche qualche affare.


Gli adulti erano impressionati da tutta quella tecnologie potenza bellica e riconoscenti verso chi aveva contribuito a riportare in Italia la libertà,si compiacevano di tanta forza, erano i missili della democrazia contro il comunismo dell’Unione Sovietica che suscitavano un senso di grandezza e di sicurezza.


Per le autorità era una gradita sorpresa condividere con gli “Yankee”una fetta di dolce e un bicchiere di vino con solo qualche impacciato e goffo “yes,yes” oppure “ok, ok” … Scene che una galeotta cinepresa era riuscita a a rubare senza i meticolosi e spossanti preparativi che qualche volta erano stati necessari con i più piccoli.
 

Per vedere le foto clicca qui:

 

 © Cassol Luciano tutti i diritti sono riservati